Cura della sepoltura

Ogni sepoltura è corredata da una lapide, in pietra o in marmo, sulla quale sono incisi i dati anagrafici del defunto: nome, cognome, date di nascita e di morte.
La lapide può essere personalizzata con:

  • la fotografia del defunto,
  • un vaso portafiori,
  • epigrafi contenenti frasi commemorative, piccole sculture, simboli religiosi o evocativi.

Subito dopo la sepoltura i Servizi cimiteriali provvedono ad apporre un elemento identificativo provvisorio in attesa che la famiglia disponga per l’arredo definitivo rivolgendosi ad un marmista di fiducia.
In alternativa i Servizi cimiteriali offrono, a costi contenuti, tipologie di arredi standard.

Alla scadenza della sepoltura, in vista delle operazioni di esumazione o estumulazione, i familiari interessati a conservare o recuperare parte degli arredi, possono farne richiesta contestualmente alla scelta della seconda sepoltura.
Recupero Arredi

La sistemazione della sepoltura in terra

Per il posizionamento dell’arredo definitivo è necessario attendere l’assestamento del terreno così da evitare cedimenti e sprofondamenti dell’area di sepoltura. Il periodo di assestamento varia dai due ai cinque mesi successivi al seppellimento, a seconda delle condizioni atmosferiche e dell’andamento stagionale.
Ad assestamento avvenuto i servizi cimiteriali sistemano il tappeto erboso, rimuovono la lapide provvisoria (sostituita dalla sola palina con targa identificativa) e ne danno comunicazione ai familiari che, entro i due mesi successivi, provvedono alla sistemazione definitiva incaricando un marmista di loro fiducia.

La lapide a corredo di un loculo o di una celletta

Insieme alla concessione del loculo o della celletta, la famiglia ottiene l’assegnazione di una lapide che avrà cura di far incidere da un marmista di fiducia entro i due mesi successivi al funerale.
Nel solo caso di concessione di manufatti di recupero, la fornitura della lapide è a carico della famiglia.
I parametri di incisione e di allestimento variano a seconda del complesso cimiteriale e sono oggetto di comunicazione alle imprese marmiste incaricate dalle famiglie.

Il controllo degli Arredi lapidei

I Servizi cimiteriali monitorano l’attività di posa arredi da parte delle imprese marmiste incaricate per verificare:

  • il rispetto delle misure e delle caratteristiche tecniche degli arredi,
  • la conservazione dell’integrità delle sepolture attigue,
  • la bontà della posa e la solidità degli arredi realizzati.

Il controllo è esteso anche alle sepolture già sistemate.
Nel caso di arredi irregolari, non conformi a quanto in origine autorizzato, i familiari del defunto sono invitati a regolarizzarli; nel caso non provvedano nei tempi richiesti, i servizi cimiteriali rimuovono gli arredi non regolamentari.

Una pianta a decoro della sepoltura in terra

I familiari, successivamente alla sistemazione dell’arredo lapideo, possono richiedere ai Servizi Cimiteriali la piantumazione, alle spalle della lapide, di una pianta ornamentale scegliendo tra le seguenti varietà:

  • rosa (rosae), a cespuglio o alberello
  • agrifoglio (ilex aquifolium),
  • acero (acer japonicus)
  • tuja

che offrono buona resistenza agli agenti atmosferici e sono caratterizzate da una crescita armoniosa e contenuta.
I Servizi cimiteriali provvedono alla cura della pianta per tutta la durata della sepoltura e ne garantiscono la sostituzione in caso di deperimento per cause naturali.

Alla scadenza della sepoltura la famiglia può richiedere che la pianta venga conservata: il familiare interessato provvederà al ritiro della stessa con propri mezzi di trasporto.
I Servizi Cimiteriali non danno garanzia sulle possibilità di sopravvivenza della pianta successivamente alla sua rimozione.

Illuminazione votiva

La società I.L.V.C. (Impianti Lampade Votive Cimiteriali) gestisce, in regime di concessione, il servizio lampade votive.
Per qualsiasi informazione riguardante l’illuminazione votiva, come ad esempio richieste di nuovi allacciamenti, prenotazioni, pagamento di bollette, manutenzioni ecc., è necessario rivolgersi direttamente agli uffici I.L.V.C presso i due cimiteri maggiori. Anche alla scadenza della Sepoltura, dopo l’esumazione (in terra) o l’estumulazione (in loculo), si devono contattare nuovamente gli uffici per disdire il contratto o far spostare la lampada nella nuova celletta o loculo dove è stato collocato il defunto all’interno dei cimiteri. Tutte operazioni gratuite.

  • Uffici ILVC per i Cimiteri Monumentale, Sassi ed Abbadia di Stura
    Sede: Piazzale Carlo Tancredi Falletti di Barolo (già corso Novara), 137 (presso il Cimitero Monumentale)
    Orario: dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.00; chiusura sabato e domenica.
    Telefono: 011/235131
    Posta elettronica: torinomonumentale@ilvc.it
  • Uffici ILVC per i Cimiteri Parco e Cavoretto
    Sede: via Bertani 80 (presso il Cimitero Parco)
    Orario: dal martedì al sabato, dalle 13.00 alle 16.30.
    Telefono: 011/3096676
    Posta elettronica: torinoparco@ilvc.it

 

Torna su Torna all'inizio