Festa della Liberazione. Domenica 25 Aprile cerimonia della Città alle ore 10 al cimitero Monumentale presso il Campo Partigiani

 

Domenica 25 Aprile alle ore 10 al cimitero Monumentale, la Città ricorda le vittime del nazifascismo senza corteo e nel rispetto delle misure di sicurezza anti Covid

Domenica 25 Aprile, nel settantaseiesimo anniversario della Liberazione dalla dittatura nazifascista, la Città di  Torino, medaglia d’oro al valore per la Resistenza, ricorda le vittime con una cerimonia al cimitero Monumentale alle ore 10.  A causa della pandemia, come lo scorso anno,  non vi saranno la preghiera universale presso la cappella all’ingresso e  il corteo.  Mantenendo le distanze e le misure di sicurezza previste per l’emergenza Covid, la sindaca Chiara Appendino insieme alle Autorità e ai rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche, si incontreranno direttamente nei luoghi più significativi. Verranno omaggiati: il Cippo Ex Deportati e quello Ex Internati, il Campo della Gloria in cui sono sepolti i resti di 1126 partigiani (oltre 900 furono recuperati dall’ex compagno partigiano Nicola Grosa), il Cippo dei Caduti dei Reparti Regolari delle Forze Armate; il Sacrario alle Vittime civili di Guerra, con i nomi dei 2045 torinesi morti, riportati nel monumento di Mario Oreglia, mentre la scultura di Franco Garelli,  raccoglie nella croce le tante schegge di ferro delle bombe cadute su Torino. Ultima sosta infine,  al Campo Israelitico, davanti alla lapide con i nomi dei 424 ebrei torinesi deportati e mai più tornati.

Anche quest’anno non vi sarà la fiaccolata e tutte le altre iniziative sono virtuali. Consulta l’Opuscolo sul sito del Comune http://www.comune.torino.it/nh/pdf/2021_-_25_aprile_-_opuscolo__04_19_trr_.pdf

 

Ultimo aggiornamento: 22 aprile 2021

Torna su Torna all'inizio