Misure anti corona virus. Cimiteri di Torino chiusi al pubblico sino al 3 aprile. Garantiti i servizi di accoglienza dei funerali e le attività di sepoltura

Misure anti corona virus. Cimiteri di Torino chiusi al pubblico sino al 3 aprile. Garantiti i servizi di accoglienza dei funerali e  le attività di sepoltura

“L’ampliarsi dell’emergenza epidemiologica da CO-VID -19 e la necessità di operare con misure di contenimento anche all’interno della struttura aziendale al fine di tutelare sia i cittadini, che si recano nei siti cimiteriali, sia gli operatori”,  AFC Torino Spa (la Società pubblica che gestisce i cimiteri della Città) in accordo col Comune, si adegua alle nuove misure restrittive previste dal DPCM adottato il 22 marzo 2020. Le visite del pubblico sino al 3 aprile sono sospese nei sei cimiteri della città: Monumentale e Parco, Sassi, Cavoretto, Abbadia e Mirafiori.

“I siti cimiteriali, per quanto riguarda le visite, sono da assimilarsi ad un luogo pubblico in area verde e rientrano nel novero dei complessi monumentali  ed è pertanto da ritenersi che siano soggetti alle prescrizioni, eccezione fatta per i cortei funebri in ingresso, disposti nel rispetto delle misure di contenimento adottate”.
Vengono quindi garantiti i servizi di accoglienza dei funerali e le attività di sepoltura. Orario continuato per i diaconi che danno le benedizioni all’ ingresso, dalle ore 9 di mattina sino all’ultimo funerale. Anche in questo doloroso momento vige il divieto di  assembramento.

Nei giorni scorsi erano già stati chiusi al pubblico gli uffici informazione presso  i cimiteri e sospese tutte le altre operazioni cimiteriali: esumazioni, estumulazioni, traslazioni. Interrotti anche i cantieri e le attività dei marmisti e dei giardinieri.  Consulta la determina cimiteri chiusi sino al 3 aprile

 

 

Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2020

Torna su Torna all'inizio