Al cimitero Monumentale, sabato 23 settembre alle 18, spettacolo ad ingresso libero presso il Campo della Gloria, per ricordare la Rivolta del pane del 1917

Sabato 23 settembre , alle 18.00, al Campo della Gloria del cimitero Monumentale, la Città e Afc Torino Spa, ricordano la Rivoluzione del pane, avvenuta a fine agosto 1917, con uno spettacolo ad ingresso libero, fatto di racconti e canti popolari dell’epoca, realizzato dall’Associazione Pentesilea e Municipale Teatro, dal titolo ” WHITE SAUCE. AFFAMATI DI PANE, SAZI DI GUERRA”. In scena e dietro le quinte, tutte donne, dalle attrici, Giulia Bavelloni e Daniela Pisci; alle coriste de “Le barricate”, alla regia di Chiara Lombardo ed alla curatrice delle  ricerche storiche, Federica Tammarazio.

Nel 1917 alla testa dei cortei le operaie.

Anche cento anni fa, a guidare la protesta spontanea nata dalla fame e contro la Guerra, finita nel sangue, erano soprattutto operaie: della Manifattura Tabacchi, dell’Arsenale militare e dei cotonifici. A due anni dallo scoppio della Prima guerra mondiale, la situazione sociale a Torino, era divenuta insostenibile. Alla riduzione dei salari si contrapponeva l’aumento del costo della vita.  Il prezzo del pane  viene dapprima raddoppiato. Poi razionato con le tessere annonarie: 300 grammi al giorno a persona. I trasporti sono bloccati e non fanno arrivare la farina.  Viene distribuito  un pane di color nero, fatto di riso, semi, burro, ogni forma pesava sui 700 grammi. Il 21 agosto i panifici sono senza farina. E’ la scintilla che fa scoppiare la protesta nei quartieri operai periferici di Barriera di Milano e Borgo San Paolo. Sono le donne a guidare i cortei. Saccheggiano negozi, caserme ed anche una chiesa, ridistribuendo gli alimenti ed il vino alla folla. Fanno barricate. Il 23 agosto è indetto uno sciopero generale. Il Consiglio Comunale fa intervenire l’Esercito. Gli scontri sanguinosi proseguono sino al 28 agosto. Quarantuno le vittime , centonovantatre  i feriti. Molti operai arrestati ed altri, che erano stati esonerati perché lavoravano alla produzione bellica , mandati al fronte.

 

WHITE SAUCE. AFFAMATI DI PANE, SAZI DI GUERRA”, sabato 23 settembre, ore 18, al cimitero Monumentale, ingresso libero da Corso Regio Parco 80, è stato realizzato con il sostegno di CGIL Torino, CISL Torino e Canavese, UIL Torino e con il patrocinio di Circoscrizione 7, Comune di Torino e della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale – Commemorazioni del Centenario della prima Guerra mondiale.

Si entra da corso Regio Parco 80. I posti a sedere  sono un centinaio.

Nell’immagine sottostante, Il Campo della Gloria al Monumentale, dove sono sepolti oltre 1241 partigiani i cui resti vennero  recuperati dopo la guerra, da Nicola Grosa.

Ultimo aggiornamento: 18 settembre 2017

Torna su Torna all'inizio