Al via il progetto di messa in sicurezza dell’ossario generale sotto la Grande Croce

Cimiteri : AFC approva il progetto per  mettere in sicurezza l’Ossario sotto la Grande Croce al Monumentale, senza  rimuovere le migliaia di ossa custodite. L’antico ossario della Città, nel cuore del cimitero Monumentale, sotto il piazzale della  Grande Croce nel Primitivo, dove sfilano i funerali e i cortei con le Autorità per le commemorazioni , necessita di un intervento di consolidamento strutturale . Oggi il Consiglio di amministrazione di AFC  Torino Spa, su proposta del presidente Roberto Tricarico e dell’amministratore delegato Antonio Colaianni, ha approvato il progetto  che consentirà di rafforzare la struttura non rimuovendo i resti mortali custoditi.  La proposta progettuale scelta  prevede che, anziché dall’interno si agisca dall’esterno, togliendo il porfido che ricopre la pavimentazione e realizzando un controsolaio collocato sopra quello esistente, sostenuto da elementi verticali in cemento armato posti alle estremità dell’area .  I lavori saranno ultimati entro la prima metà del 2021. Costo totale dell’opera €  1.014.911,44.

La storia . Il problema si era già posto negli anni passati e   Afc  aveva avviato uno studio di valutazione dello stato di conservazione delle strutture portanti che aveva condotto ad un primo intervento immediato  di messa in sicurezza dei pilastri  nel 2013, limitato alle aree libere e raggiungibili (lo spazio centrale e uno dei  dodici stanzoni colmi di ossa) , e a un successivo intervento di risanamento dell’area rimanente negli anni seguenti.  Il problema maggiore era: come fare a rimuovere le migliaia di ossa  che nel corso degli anni passati venivano deposte da una botola dall’alto, le une sulle altre, rispettandone la dignità? Oggi si è trovata la soluzione.

Soddisfazione è stata espressa da Marco Giusta, assessore ai Servizi Cimiteriali della Città –  “Sono contento che il CdA di AFC, che ringrazio, abbia trovato e approvato la soluzione per la messa in sicurezza della struttura che ospita l’ossario del cimitero Monumentale . Una soluzione che da un lato risponde al necessario rispetto che i resti mortali  delle nostre concittadine e concittadini meritano, e dall’altro, riesce a risparmiare ai lavoratori e lavoratrici, un lavoro emotivamente faticoso di spostamento dei resti”.

 

 

Ultimo aggiornamento: 9 settembre 2019

Torna su Torna all'inizio