Mercoledì 9 maggio, Giorno della Vittoria contro il nazifascismo in Russia, al Cimitero Monumentale si ricordano i soldati sovietici morti in Italia durante la Resistenza

A  settantatre anni dalla Liberazione, mercoledì 9 maggio alle 10, al cimitero Monumentale, si ricordano i soldati sovietici che si unirono ai partigiani italiani nella lotta contro il nazifascismo dopo l’8 settembre del 1943. Molti sono sepolti al Campo della Gloria, recuperati dal partigiano Nicola Grosa dopo la Guerra. Numerosi restano ignoti. Ancora oggi arrivano richieste di informazioni dalle famiglie russe alla ricerca di un loro caro che non è più tornato. Alcuni li hanno ritrovati nel cimitero. Sono 28 milioni i soldati sovietici morti in Guerra, e la Giornata della Vittoria contro il nazismo, che corrisponde al nostro 25 Aprile, è una Festa ancora molto sentita in Russia. Quest’anno alla cerimonia al Monumentale, insieme alle Autorità, ai rappresentanti del Consolato russo e alle associazioni dei Partigiani, in silenzio, sfilerà anche il “Reggimento degli immortali”. L’Associazione russkij Mir, promotrice dell’iniziativa, ha chiesto ai parenti che partecipano sempre numerosi all’iniziativa, di portare un ritratto dei soldati caduti.

 

 

Ultimo aggiornamento: 8 maggio 2018

Torna su Torna all'inizio